AntonioPelleriti.it [aka z9]

I code, therefore I am

NAVIGATION - SEARCH

#5 - ITA | Compilazione in linguaggio intermedio IL

Un programma scritto in C#, prima di poter essere eseguito, deve essere convertito in un linguaggio intermedio, chiamato appunto CIL (Common Intermediate Language) o IL (Intermediate Language), indipendente dalla CPU e dal linguaggio stesso (anche Visual Basic verrà convertito nel medesimo IL) che è comprensibile dal CLR.

L’Intermediate language è una sorta di linguaggio macchina, ma di livello molto più alto, in quanto possiede anche caratteristiche di linguaggio orientato agli oggetti, funzioni per l’utilizzo di array e per la gestione degli errori.

Se si vuol visualizzare il codice IL prodotto da un programma C# è possibile utilizzare il disassemblatore ILDasm messo a disposizione degli sviluppatori, basta lanciare da un prompt dei comandi di Visual Studio, il comando ildasm.exe, dandogli in pasto un assembly prodotto da una normale compilazione di un programma C#, per esempio:

c:\il>csc helloworld.cs    
c:\il>ildasm /output=helloworld.il helloworld.exe



Con lo stesso ILDasm, che ha una sua interfaccia grafica, è possibile aprire assembly esistenti e disassemblarli.

questo e altro all'interno di Programmare con C# 5, guida completa

 

 

Libro: Sviluppare universal app per Windows Phone e Windows con XAML e C#

In attesa dell'uscita in libreria, vi segnalo un libro che sarà utilissimo a tutti coloro che vogliono cimentarsi nello sviluppo di applicazioni Universali per Windows e Windows Phone.

Il libro scritto dall'esperto e Microsoft MVP Matteo Pagani si intitola "Sviluppare universal app per Windows Phone e Windows con XAML e C#", consta di ben 608 pagine, ed è edito da LSWR, nella stessa collana di "Programmare con C# 5":

Titolo: Sviluppare universal app per Windows Phone e Windows con XAML e C#

Autore: Matteo Pagani

Editore: LSWR

Uscita: 30 settembre 2014

Collana: Pro DigitalLifeStyle

ISBN-10: 8868950413 ISBN-13: 978-8868950415

 

Per un estratto e l'indice completo potete visitare la pagina

 

ulteriori dettagli o possibilità di ordine/prenotazione su amazon: Sviluppare universal app per Windows Phone e Windows con XAML e C#

 

Articolo su Ioprogrammo: La piattaforma Parse di Facebook

Su IoProgrammo numero 193 (Settembre/Ottobre2014), trovate un mio articolo dedicato alla piattaforma Parse di Facebook.

Titolo di copertina:

Lo sforna App universale!
Utilizziamo il rivoluzionario generatore di codice firmato Facebook, per realizzare app compatibili con tutti i sistemi esistenti
 
 

#4 - ITA | Identificatori verbatim C#

In alcuni casi può rendersi necessario l’utilizzo di una delle parole chiave di C# come identificatore.

Ciò in particolare può tornare utile quando si interagisce con altri linguaggi .NET, in cui ad esempio una data parola non è una parola chiave.

Per evitare il conflitto basta far precedere l’identificatore dal carattere @. Il carattere @ non fa parte dell'identificatore, quindi quest'ultimo può essere usato in altri linguaggi senza il carattere @. Un identificatore con il prefisso @ è detto identificatore verbatim.

L'uso del carattere verbatim è consentito anche con identificatori che non sono parole chiave, ma naturalmente è meglio evitarlo per questioni di stile e per evitare confusione.

Per esempio, è possibile dichiarare una variabile così:

int @class;